domenica 19 ottobre 2014

Come fare gli inviti per feste di compleanno


In principio fu Giovanni Muciaccia, poi l’umanità si evolse e comparvero i primi tutorial. 
Senza i tutorial (e senza Pinterest, mio unico dio) la mia vita sarebbe certamente più grama ed è proprio per questo che sento il dovere morale di restituire al web un pezzetto di quello che ho imparato in questi anni innanzi allo schermo.
Quindi, visto che il sapere va condiviso e visto che oggi mi sento molto Amelie 2.0, vi mostrerò come fare inviti carini per le festicciole dei vostri pargoli (ché come ho già avuto modo di dire, i biglietti prestampati mi mettono addosso il male di vivere).
Nota: eccezion fatta per gli inviti prestampati dei miei meravigliosi amici e genitori dei compagni delle mie figlie, che lavorano tutto il giorno (mentre io, diciamolo, sono una casalinga part time) e che ovviamente accolgo con gioia massima e anzi, manco me ne accorgo che sono prestampati.
A buon intenditor. 
Precisamente, vi farò vedere il passo-passo della realizzazione dell'ivinto qui su.


 Se vivete in un posto migliore del mio, potete anche non stampare e inviare direttamente tramite email, con un risparmio di cellulosa considerevole che renderà felice persino Al Gore.

Procediamo quindi con l’elenco dell’occorrente:
  • Smartphone o un tablet
  • Connessione internet
  • Un’ora libera
  • Pinterest
  • Un bravo stampatore (se le mamme degli amici di vostro figlio vivono ancora nel pleistocene)

Iniziamo dallo sfondo. Andate su google cercate un’immagine che vi piaccia. Io, che l’inglese lo mastico poco (sono l’unico fallimento vivente del British Council), ho imparato 10 parole che mi salvano in ogni situazione ovvero:
  • polka dots
  • strips
  • wallpaper
  • pattern
  • pantone
  • cute
  • vintage

Da combinare con tutta la gamma di colori che la vostra mente può concepire (e se siete particolarmente esigenti, provate Peony, Teal, Sangria, Rainbow e magicamente vi si aprirà un mondo di tonalità bellissime)
Vi consiglio di scegliere immagini di grandi o medie dimensioni, a meno che non vogliate pixel grandi quanto uova di struzzo, e senza l’odioso watermark (che in via del tutto teorica potreste anche levare con lo sfumino di Gimp, ma, figliolo, rubare immagini protette da copyright NON SI FA, pena 4 avemaria e 3 paternoster).

Per l’editing vi consiglio due applicazioni gratuite: PicsArt e PicArt.

Con PicsArt ho creato il tondo al centro in questo modo, utilizzando la funzione Shape Mask e poi modulando l'opacità e invertendo la selezione (con quel quadratino bianco e nero)



PicArt, oltre ad essere molto più intuitivo (quindi vi risparmio gli screenshot per non offendere la vostra intelligenza), ha font decisamente più graziosi e quindi l’ho utilizzato per aggiungere tutte le informazioni necessarie per la festa (ora, luogo, numero di telefono, ecc)


Alla fine ho leggermente tagliato i bordi per avere un’immagine quadrata e non rettangolare (questo lo potreste fare anche con Paint o con Instagram o con l’app che trovare di default per le fotografie). 

Buon divertimento a voi.