venerdì 8 marzo 2013

Egle blasfema




Egle, all'uscita di scuola, zampettava felice nell'androne del Pontano.

Ad un certo punto si è trovata davanti un'enorme statua della vergine maria con tanto di bimbo in braccio.

Ha sgranato gli occhi.

Ha aperto la bocca, mostrando i suoi migliori incisivi.

Ha teso l’indice grassoccio e con fierezza ha urlato: 

-Mamma, BARBIE!